Dichiarazione di Successione con immobili

CHIEDICI UN PREVENTIVO GRATUITO 

Siamo qui per aiutarti

Se hai navigato per approdare su questa pagina vuol dire che sei interessato alla presentazione di una dichiarazione di Successione.

Presentare una dichiarazione di successione può sembrare alquanto semplice, in realtà trattasi di una pratica molto complessa.

Siamo qui per aiutarti ed assisterti in tutto il processo necessario da espletare per adempiere agli obblighi previsti dalla legislazione vigente.

Penseremo noi a tutto, dalla predisposizione della dichiarazione di successione, al calcolo delle imposte, alla trasmissione presso l'Agenzia delle Entrate competente per territorio, al recupero delle relative ricevute e della dichiarazione stessa, all'aggiornamento catastale dei proprietari, e tutto cio' inerente alla Tua dichiarazione.

Tu devi solo fornirci i documenti necessari che ti chiederemo, e sottoscrivere i documenti che ti invieremo, al resto pensiamo a tutto noi.

Il nostro personale specializzato procederà al disbrigo di tutte le pratiche necessarie relative alla tua dichiarazione di successione ad un costo veramente conveniente. 

 

Se hai dei dubbi o hai bisogno di informazioni, siamo lieti di rispondere gratuitamente alle tue richieste.

Puoi contattarci cliccando qui.

 

Dichiarazione di Successione: Cos'è?

La dichiarazione, o denuncia di successione, è il documento con il quale, a seguito del decesso di una persona, viene comunicato all'Agenzia delle Entrate chi sono gli eredi, l'entità e la composizione del patrimonio del defunto.

Se il defunto non era proprietario di immobili o diritti reali su immobili, e non possedeva somme di denaro superiori ad euro 100.000,00, non necessita la presentazione della dichiarazione di successione da parte degli eredi.


Dichiarazione di Successione: Chi deve presentarla?

I soggetti obbligatati alla presentazione della dichiarazione di successione sono tutti gli eredi e i legatari, i loro rappresentanti e gli amministratori dell'eredità.

Attenzione, ciò non vuol dire che ogni soggetto obbligato deve presentare una dichiarazione di successione. L'obbligo di presentazione è in testa ad ogni soggetto interessato, ma è sufficiente che la stessa venga presentata da una sola persona obbligata.


Dichiarazione di Successione: tempi per la presentazione

La dichiarazione di successione deve essere presentata all'Agenzia delle Entrate entro un anno dalla data di decesso del defunto. Trascorso tale termine il dichiarante sarà sanzionato dall'Agenzia delle Entrate per ritardata presentazione della dichiarazione. In tal caso è comunque possibile richiedere, in fase di presentazione, l'applicazione del ravvedimento operoso, in modo da pagare le sanzioni in percentuale ridotta.


Dichiarazione di Successione: Adempimenti Catastali

Dopo aver presentato la dichiarazione di successione presso l'Agenzia delle Entrate competente per territorio, entro trenta giorni dovranno essere presentate le relative volture presso la sezione Territorio dell'Agenzia delle Entrate, in modo da intestare gli immobili ai nuovi proprietari.



Dichiarazione di Successione: Tipi di dichiarazione - Testamento

La devoluzione del patrimonio de defunto puo' avvenire secondo Legge, oppure secondo disposizioni testamentarie.

Nel caso vi sia la presenza di un Testamento, al fine della presentazione della dichiarazione di successione, necessita che lo stesso venga preventivamente pubblicato e registrato a cura di un Notaio.

 

Dichiarazione di Successione: Imposte

Principalmente le imposte principali gravanti su una dichiarazione di successione sono tre, ma a seconda dei casi, l’imposta principale di successione non sempre và pagata. Le stesse possono essere così classificate:

1)      Imposta di Successione; (Variabile a secondo del valore della massa ereditaria e del grado di parentela degli eredi)

2)      Imposta catastale; (Pari all'1% del valore degli immobili)

3)      Imposta ipotecaria; (Pari al 2% del valore degli immobili)

E’ da tener presente che l’imposta catastale e l’imposta ipotecaria, deve essere auto-liquidata e pagata precedentemente o contestualmente alla presentazione della dichiarazione di successione, unitamente ad altre piccole somme da versare, tipo l’imposta di bollo, e i tributi speciali, ma parliamo di poche decine di euro.

L’Imposta di successione invece, se dovuta, verrà liquidata successivamente alla presentazione della dichiarazione di successione da parte dell’Agenzia delle Entrate, è verrà richiesto il pagamento direttamente dall’Agenzia delle Entrate. Tale imposta non sempre dovrà essere versata, dipende dal grado di parentela dell’erede con il defunto e dal valore della massa ereditata.

Le somme depositate in conti correnti, libretti, azioni, ecc, non sono soggette all'imposta ipotecaria ne catastale, ma sono soggette all'imposta di successione in percentuale variabile a seconda del grado di parentela degli eredi con il defunto, secondo quanto specificato di seguito.

 

Imposta Catastale

L'imposta catastale è pari al 1% del valore di tutti gli immobili caduti in successione. Questa imposta deve essere autoliquidata e pagata o prima della presentazione della dichiarazione di successione, con modello F24, o al momento della presentazione della dichiarazione di successione mediante addebito su Iban Bancario o postale, in funzione del tipo di denuncia di successione, se cartacea o telematica. 

 

Imposta Ipotecaria

L'imposta catastale è pari al 2% del valore di tutti gli immobili caduti in successione. Questa imposta deve essere autoliquidata e pagata o prima della presentazione della dichiarazione di successione, con modello F24, o al momento della presentazione della dichiarazione di successione mediante addebito su Iban Bancario o postale, in funzione del tipo di denuncia di successione, se cartacea o telematica. 


Imposta di Successione

L’imposta di successione, come già precedentemente illustrato, non sempre deve essere versata, dipende dal grado di parentela degli eredi con il defunto e dal valore della massa ereditaria.

Va precisato che detta imposta, a differenza di quella catastale e ipotecaria, che gravano sul valore degli immobili, questa grava sull’intero valore della massa ereditaria. Quindi l’imposta di successione grava anche su eventuali valori non immobiliari, tipo somme depositate in conti correnti, libretti di risparmio, azioni, ecc.

Tale imposta viene liquidata direttamente dall’Agenzia delle Entrate successivamente alla presentazione della denuncia di successione nel seguente modo:

-     Coniuge e parenti in linea retta, il 4% del valore della massa ereditaria con una franchigia pari ad euro 1.000.000. Vuol dire che se la massa ereditaria non supera il valore di un miole di euro per ogni erede, essa non viene applicata. Dovrà essere pagata solo sul valore eccedente alla franchigia.

 -     Fratelli e sorelle del defunto, il 6% del valore della massa ereditaria con una franchigia pari ad euro 100.000. Vuol dire che se la massa ereditaria non supera il valore di euro centomila per ogni erede, essa non viene applicata. Dovrà essere pagata solo sul valore eccedente alla franchigia.

 -     Parenti fino 4° e di affini in linea retta, nonché di affini in linea collaterale fino al 3* (diversi da fratelli e sorelle) il 6% del valore della massa ereditaria senza alcuna franchigia.

 -     Parenti oltre il 4°, e di affini in linea collaterale oltre il 3°, nonché a favore di estranei, l’ 8% del valore della massa ereditaria senza alcuna franchigia.

 -   Persone fisiche con handicap riconosciuto grave, l’8% del valore della massa ereditaria con una franchigia pari ad euro 1.500.000. Vuol dire che se la massa ereditaria non supera il valore di euro unmilionecinquecentomila, essa non viene applicata. Dovrà essere pagata solo sul valore eccedente alla franchigia.

Tabella Imposte di Successione

Dichiarazione di Successione: pagamento imposte

La presentazione della dichiarazione di successiome presso l'Agenzia delle Entrate, a seconda dei casi, dovrà avvenire in modalità cartacea o in modalità telematica.

Il pagamento delle imposte, nel caso di presentazione cartacea, avviene tramite il pagamento con modello F24, nel caso di obbligo alla trasmissione telematica, il pagamento avverrà mediante addebibito diretto sul conto corrente bancario o postale del soggetto firmatario della dichiarazione, o in alternativa con l'addebito diretto sul conto corrente bancario o postale dell'intermediario addetto alla trasmissione telematica. Cio' è valido per le imposte che vanno autoliquidate, resta esclusa l'imposta di successione, se dovuta, che verrà liquidata successivamente alla presentazione della dichiarazione da parte dell'Agenzia delle Entrate.

Solo dopo che avremmo elaborato la Vostra dichiarazione di successione, ed aver calcolato le relative imposte, sapremo esattamente l'importo delle imposte da versare, che vi verrà preventivamente comunicato.

 

Dichiarazione di Successione: Documenti necessari per la presentazione

Per l'elaborazione e la trasmissione della vostra dichiarazione di successione presso l'Agenzia delle Entrate competente per territorio andranno forniti i seguenti documenti, alcuni dei quali potranno gia essere richiesti in fase di ordinazione ed altri verranno richiesti successivamente a mezzo mail. Alcune dichiarazioni andranno poi spedite direttamente presso di noi a mezzo raccomandata ed in originale.

1) Copia tesserino codice fiscale e carta di idendità del defunto

2) Copia tesserini codici fiscali e carte di idendità degli eredi

3) Autocertificazioni di nascita e residenza degli eredi

4) Autocertificazione di morte. (Vi invieremo noi l'autocertificazione gia compilata, andrà solo sottoscritta e inviata a noi tramite raccomandata in originale)

5) Certificazione bancaria o postale o altro, relativa ai rapporti di conto corrente, libretti, titoli o altro. (Tale certificazione và richiesta direttamente all'istituto di credito ove sono posti in essere i rapporti)

6) Iban del conto corrente intestato o cointestato all'erede firmatario della dichiarazione di successione.

7) Eventuale Testamento pubblicato e registrato da un Notaio, se trattasi di successione testamentaria

8) Titoli di proprietà del defunto

 

Dichiarazione di Successione: Tempi di evasione pratica

La dichiarazione di successione verrà predisposta entro 5 giorni dall'acquisizione di tutta la documentazione necessaria. Vi verranno inviate in posta elettronica sia le ricevute di presentazione e sia l'intera dichiarazione vidimata dall'Agenzia delle Entrate.

 

 CLICCA QUI PER UN PREVENTIVO GRATUITO

Siamo qui per aiutarti


CLICCA QUI PER RICHIEDERE GRATUITAMENTE IL PARERE DI UN NOSTRO TECNICO O PER RICHIEDERCI DEI CHIARIMENTI. 


CLICCA QUI PER TORNARE ALLA SEZIONE SUCCESSIONI



Link ufficiale Agenzia delle Entrate

Gli utenti registrati possono condividere la loro esperienza avuta con questo prodotto/servizio. Registrati per accedere a tutti i benefici riservati agli utenti registrati o clicca su login se sei già registrato.