Fabbricati

-24% Fabbricati

191,00

  € 250,00

In quanti comuni ricadono gli immobili?:
Provincia dove ricadono gli immobili:
Cognome e Nome dell'Usufruttuario:
Luogo e data di nascita dell'Usufruttuario:
Comune e data di morte dell'Usufruttuario:
Allegare Titolo da cui nasce l'Usufrutto:
Allegare documento fronte retro del Richiedente:

 

PROCEDURA DI ACQUISTO DEL SERVIZO

 Compilare accuratamente tutti i campi richiesti, in particolare fare attenzione di indicare con esattezza:

a) Indicare accuratamente il numero dei comuni in cui ricadono gli immobili;

b) Indicare la Provincia in cui ricadono gli immobili;

c) Indicare con cura il None e Cognome dell'Usufruttuario

d) Indicare con cura il Comune e la data di nascita dell'Usufruttuario

e) Indicare con cura il Comune e la data di morte dell'Usufruttuario

d) Allegare il Titolo da cui è nato l'usufrutto (Atto Notarile, Sentenza, Successione o altro)

e) Allegare documento fronte retro, in corso di validità, del richiedente.

Per ulteriori chiarimenti scrivere a: studioventicinque@gmail.com

 

COSTI E BOLLI

Presenteremo la pratica per la cancellazione dell'usufrutto presso l'Agenzia delle Entrate competente per territorio. La pratica deve essere redatta in bollo, un  bollo pari ad euro 16.00 ogni quattro facciate di un foglio formato A4. Il prezzo indicato è comprensivo dei tributi da versare all'Agenzia delle Entrate e dell'imposta di bollo pari ad euro 16.00 (Quattro facciate di un foglio A4). Purtuttavia potrebbe capitare che vi siano numerosi immobili gravati da usufrutto, oppure che gli immobili siano cointestati a diverse persone, per cui potrebbe scaturire una maggiore imposta di bollo. In Tale caso vi verrà richiesto l'integrazione dell'imposta di bollo pari ad euro 16.00 per ogni bollo da aggiungere. Al completamento dei lavori riceverete regolare quietanza rilasciata dall'Agenzia delle Entrate con la specifica dei tributi versati e dell'imposta di bollo pagata.

Il costo del servizio varia in funzione del numero dei comuni in cui ricadono gli immobili. 

  

COS'E' L'USUFRUTTO

L'usufrutto è un diritto reale che grava su un immobile regolato dall'articolo 981 del codice civile, che attribuisce a chi ne è titolare la possibilità di godere della cosa altrui, purché ne rispetti la destinazione economica

 

USUFRUTTO CON DIRITTO DI ACCRESCIMENTO

 

L'accrescimento nel diritto di usufrutto è disciplinato in materia successoria dall’art. 678 (legato di usufrutto) per cui quando a più persone è legato detto diritto con facoltà di accrescimento, detto diritto prosegue in capo all'usufruttuario superstite; non si ha pertanto il consolidamento con la nuda proprietà, come invece si verificherebbe se nulla fosse disposto al riguardo.

In tal caso la pratica verrà presentata non per la cancellazione dell'usufrutto, ma per il trasferimento dello stesso al nuovo usufruttuario.

 

CHI E' TENUTO A CANCELLARE L'USUFRUTTO

E' tenuto alla cancellazione dell'usufrutto colui che è il nudo proprietario alla data del decesso dell'Usufruttuario.


L'USUFRUTTO PUO' ESSERE CANCELLATO SE L'USUFRUTTUARIO E' ANCORA IN VITA?

 

L'usufrutto è un diritto reale che l'usufruttuario detiene su un immobile. Se l'usufruttuario è in vita non puo' essere cancellato.

Essendo l'usufrutto un diritto reale, l'usufruttuario in vita che vorrebbe disfarsene puo' procedere a trasferire l'usufrutto al nudo proprietario a mezzo di un atto notarile.


Questo servizio è offerto su tutto il territorio italiano, con esclusione delle provincie di Trento e Bolzano.


Per chiarimenti scrivere a: studioventicinque@gmail.com

Gli utenti registrati possono condividere la loro esperienza avuta con questo prodotto/servizio. Registrati per accedere a tutti i benefici riservati agli utenti registrati o clicca su login se sei già registrato.